top of page
  • Studio Paci

Aumento del capitale sociale durante la costituzione: ultimi aggiornamenti

Aggiornamento: 20 nov 2023

La recente Corporate Guidance n. 83/2022, emessa dal Consiglio Notarile di Firenze Pistoia Prato, stabilisce che è legittimo per gli azionisti decidere di aumentare il capitale sociale di un'azienda durante la stesura dell'atto costitutivo, a condizione che tale decisione abbia effetto solo dopo l'iscrizione dell'azienda nel registro delle imprese. Perché ciò sia possibile, è necessario che tutti gli azionisti siano presenti e concordi durante la fase di costituzione dell'azienda.


Tra le motivazioni che possono spingere i professionisti a prendere questa decisione vi sono il desiderio di facilitare la rapida formazione di asset aziendali, l'ingresso di un nuovo azionista o l'uso dell'azienda come veicolo per il trasferimento indiretto di un'attività commerciale o di un ramo d'azienda.


Anche se l'articolo 2331 del Codice Civile stabilisce che l'azienda acquisisce personalità giuridica solo con l'iscrizione nel Registro delle Imprese, il documento notarile sottolinea che l'azienda esiste già a livello fattuale e contrattuale. Pertanto, con il consenso di tutte le parti, è possibile modificare il contratto sociale, compreso l'aumento di capitale.


La risoluzione in questione deve essere soggetta a due condizioni:

- L'iscrizione dell'azienda nel registro delle imprese.

- Il completo versamento del capitale.


Inoltre, le modifiche allo statuto o all'atto costitutivo sono consentite anche prima dell'iscrizione dell'azienda, a condizione che abbiano effetto solo successivamente.


Per quanto riguarda la pubblicità legale di questa decisione presso il registro delle imprese, sono possibili due soluzioni:

- La prima prevede due pratiche pubblicitarie.

- La seconda soluzione richiede un'unica pubblicità, a condizione che l'aumento del capitale sociale abbia effetto contemporaneamente all'iscrizione dell'azienda.


In sintesi, la Corporate Guidance n. 83/2022 del Consiglio Notarile di Firenze Pistoia Prato riconosce la legittimità dell'aumento del capitale sociale nell'ambito dell'atto costitutivo, a condizione che sia rispettato il consenso unanime degli azionisti, e che l'efficacia della risoluzione sia subordinata all'iscrizione dell'azienda nel registro delle imprese e al completo versamento del capitale.

Comments


bottom of page